SPEDIZIONE GRATUITA
SPEDIZIONE GRATUITA
per ordini superiori a 300 €
CHIAMACI
CHIAMACI AL
+39 0765 455192
Carrello vuoto
Nessun articolo presente nel carrello
News>Shopper: al bando anche le buste leggere non compostabili!
 

Shopper: al bando anche le buste leggere non compostabili!


acquista shopper sacchetti monouso biodegradabili compostabili

La legge di conversione del decreto legge Mezzogiorno, approvata alla Camera l’1 agosto scorso, da l’addio definitivo alle “vecchie” buste di plastica leggere: a partire dall’inizio del 2018, le buste leggere e ultraleggere – ossia con spessore della singola parete inferiore a 15 micron - utilizzate per il trasporto di merci e prodotti, a fini di igiene o come imballaggio primario in gastronomia, macelleria, pescheria, ortofrutta e panetteria, dovranno essere biodegradabili e compostabili secondo la norma UNI EN 13432, con un contenuto minimo di materia prima rinnovabile di almeno il 40% (che dovrà diventare il 50% a partire dall’1.1.2020 e il 60% dall’1.1.2021) determinato in base allo standard UNI CEN/TS, dovranno essere in possesso dell’idoneità per uso alimentare e non potranno essere distribuite gratuitamente.

Le caratteristiche di biodegradabilità, compostabilità e contenuto di materia prima rinnovabile dovranno essere certificati da organismi accreditati.

Durissime le sanzioni per i trasgressori: l’importo della multa oscilla da 2.500 € a 25.000 €, fino a raggiungere addirittura 100.000 € se la violazione ha ad oggetto ingenti quantitativi di borse di plastica oppure se  il valore delle buste illegali supera il 10% del fatturato del trasgressore.

Dura la vita anche per chi tenta la strada dell’elusione: non sarà più possibile utilizzare le vecchie buste di plastica contraddistinte dalla dicitura “per uso interno” oppure “non per asporto merci”.

“Con questa legge giunge a sua naturale conclusione un percorso virtuoso nel settore della bioeconomia e dell’economia circolare che fa dell’Italia un modello per tutta l’Europa”, dichiara Marco Versari, presidente di Assobioplastiche. “E’ stato un cammino lungo, a tratti tortuoso, affrontato con la lungimiranza della buona politica e la tenacia della collaborazione instaurata tra policy maker, filiera della chimica verde e stakeholder della società civile. Questa è l’Italia di cui dobbiamo essere fieri: l’Italia che innova all’insegna di nuovi paradigmi produttivi in grado di coniugare ambiente e sviluppo, protezione del capitale naturale e creazione di posti di lavoro”.

Informazioni di vendita

Spedizioni

co2web
EV SSL

Contatti

  • Tel +39 0765 455192
  • ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


  • Minimo Impatto srl - sede legale
  • via Panaro 14 00015 Monterotondo (Roma) 
  • sede operativa
  • via Pasolini 1 00065 Fiano Romano (Roma)
  • P.IVA 09639511006